DICIANNOVE’ 67

25,00

Dedicato a quelli del ‘67

“L’unica magia senza trucco è la magia della vita” Vino che ben rappresenta le virtù dei nati nel 1967, intelligenti, eleganti, austeri e mai domi, l’età non scalfisce le rughe della vita… Perché l’età è importante solo per il vino.

  • DICIANNOVE’ 67: Indicazione geografica tipica. Il Diciannove’ 67 è prodotto da vigneti impiantati su terreni collinari di natura calcarea argillosa. Le uve vengono raccolte manualmente  nel mese di settembre e ottobre, quando i vitigni raggiungono il massimo equilibrio di maturazione. Dopo la fase di lavorazione in cantina e la conservazione dei vini in recipienti di acciaio per alcuni mesi, segue l’affinamento in bottiglia al fine di esaltare le qualità organolettiche del blend. Il connubio tra i vitigni rende questo vino avvolgente, seducente di spiccato pregio e spessore. E’ prodotto con 60% primitivo, 20% sangiovese, 10% Cabernet sauvignon, 10% Cesanese.
  • GRADAZIONE ALCOLICA: 14,5% vol.
  • TEMPERATURA DI SERVIZIO: 18° – 20°C
    • ESAME ORGANOLETTICO: Generato da un sagace blend di un poker di vitignisi colora di un rubino intenso. Vino dal ricco panorama olfattivo con sentori di frutti neri e rossi, che si fondono a speziati propri dei vitigni, accompagnati da sentori raffinati di frutti di bosco e tabacco. Al gusto è caldo, intenso, morbido e glicerico. Il Diciannove’67 è un rosso, elegante, austero e profondo con i tannini delicati mai aggressivi. Dal finale gradevolmente persistente e suadente. Trovarsi al cospetto di questo blend è un’esperienza che emoziona. E’ un. mistero enologico frutto dell’equilibrio millimetrico tra eelganza e potenza senza concessioni o sbavature. L’invecchiamento, evoluzione del prodotto rende il sapore sempre più vellutato ed equilibrato.
  • ABBINAMENTO GASTRONOMICO: Si lega ai piatti e succulenti dei sapori intensi e succulenti come cacciagione, carni grigliate e formaggi stagionati. Il DiCIANNOVE’ 67 in aggiunta dialoga splendidamente con preparazioni orientalizzanti caratterizzati da sapori decisi. Inoltre risulta ottimo alleato per gustare al meglio dolci di pasticceria secca , magari arrichiti con mandorle,nocciole, noci,pistacchi. Scelta più temeraria, che gioca con la contrapposizione di sapori, è l’abbinamento con i formaggi erborinati, grazie al perfetto equilibrio che si ottiene tra note sapide, piccanti, acide e dolci. Raggiunge il clou con il cioccolato fondente, in particolare con quello ad alte percentuali di cacao:La variegata struttura di aromi del cacao e il complesso equilibrio fra componenti acide, amare e dolci, unite alla persistenza gustativa formano una coppia indissolubile con gli aromi e i sapori altrettanto fortie distintivi del blend senza prevalere e ne cedre, è per questo motivo che può essere degustatoin abbinamento al “bombonese”, una pralina di cioccolato fondente con all’interno una piccola quantità di cesanese. Per gustarlo al meglio si consiglia di lasciare respirare il vino trenta minuti prima di servirlo in un calice ampio.
  • SCARICA LA SCHEDA DEL VINO