ROMA DOC ROSSO

25,00

La zona dei Castelli Romani è certamente la più importante area vinicola del Lazio e vanta una tradizione plurisecolare. La produzio- ne di questi vini è diffusa in numerosi comuni legati alla vitivinicoltura da storiche tradizioni, sia per una particolare vocazione dei terreni di origine vulcanica, ricchi di sali potassici e di fosforo, ma anche grazie al clima e al microclima ideali, favoriti dall’opera mitigatrice dei diversi laghi presenti.

  • ROMA DOC ROSSO: Denominazione di origine controllata.

    I vigneti di natura vulcanica e permeabile sono adagiati nella zona collinare a sud di Roma ed esposti all’azione benefica del mare, in buona parte allevati su impianti a spalliera, altri a guyot o a cordone sperona- to. La vendemmia avviene a metà ottobre con una raccolta manuale delle uve. Dopo la fermentazione, che ha luogo in tini di acciaio, il mosto riposa per alcuni mesi a temperatura controllata sui lieviti, questo fa sì che il mosto stesso si orni di profumi e sapori. Ciò rende questo vino giustamente tannico ma di gradevole beva. Segue poi l’affinamento in bottiglia prima della messa in commercio. È prodotto da un blend di uve Montepulciano e Sangiovese.

  • GRADAZIONE ALCOLICA: 13% vol.
  • TEMPERATURA DI SERVIZIO: 10° – 12°C
  • ESAME ORGANOLETTICO: Rosso rubino cupo con sfumature porpora. Dal profumo deciso di frutta rossa matura, in particolare: ciliegia, mora e prugna. Si percepiscono sentori di spezie con una accennata nota balsamica. Vino di buona complessità in cui forza e struttura sono in sintonia con l’eleganza e la suadenza. Interessante il potenziale evolutivo e la persistenza dei sapori. Sorso gradevole.
  • ABBINAMENTO GASTRONOMICO: Vino da tutto pasto, accompagna cibi della tradizionale cucina romana: carne alla griglia, trippa alla romana, coda alla vacci- nara, formaggi e salumi.
  • SCARICA LA SCHEDA DEL VINO